La Gioconda

Lo chef, proprietario del ristorante vincitore di una puntata della trasmissione di Alessandro Borghese, Quattro ristoranti, ci chiede un restyling agile senza interventi strutturali dell’ambiente con particolare attenzione all’illuminazione. Abbiamo immaginato una rete organica di gruppi di lampade diverse per permettere ai clienti del ristorante di gustare non solo la bontà ma anche la bellezza dei piatti. Introducendo un’atipica boiserie minimalista in ferro illuminata a led, lungo il perimetro di tutto il locale di mattoni e intonaco, abbiamo voluto contaminare la rusticità dello spazio creando questa linea continua essenziale a sintesi della relazione cibo-mente, inglobando così anche la nuova cantina a vetri che si apre in una nicchia lungo le pareti predisposte per accogliere mostre (da qui il nome del ristorante). Abbiamo abbinato ai tavoli preesistenti delle comode sedie in velluto, progettando anche gli scaffali-libreria realizzati con le cassette di vini pregiati. A completare questo dialogo tra cibo e cultura, espressione anche dei gusti del committente, la parete d’ingresso è dedicata alla musica lirica, mentre le pareti interne a intonaco vengono decorate da rappresentazioni fotografiche dei dettagli floreali quattrocenteschi attraverso lacci di tessuto pregiato.

Cagli

Date

20 Ottobre 2018

Category

Commercial