Giochiamo!
Giochi e giocattoli dal Rinascimento al Barocco
Urbino, Palazzo Ducale - Galleria Nazionale delle Marche
27 ottobre 2016 - 05 febbraio 2017

La parola gioco ha trovato nella grafica derivata dalle lettere di Luca Pacioli – presente in mostra con il suo trattato sul gioco degli scacchi – aderisce al gusto il suo declinarsi più conforme alla temperie della corte urbinate che, nelle pagine del Castiglione, sembra trasformare in gioco d’ingegno condiviso anche la ricerca di una definizione del perfetto “cortegiano”. I capilettera, ingigantiti, lasciando la loro traccia lungo le pareti, sottolineano il carattere rinascimentale del percorso espositivo.

Le citazioni sono tratte da Il Cortegiano di Baldassar Castiglione e dal Trattato del giuoco della palla di Antonio Scaino, mentre per la teoria del gioco i testi sono suggeriti da Homo Ludens di Johan Huizinga e da I giochi e gli uomini di Roger Caillois.

Giochiamo_01

Il tunnel ci immette nel gioco della vita. I riferimenti al cerchio e alla sfera sono diventati il leit motiv del progetto. Anche nei capilettera tratti da Fra Pacioli sono presenti le geometrie del cerchio per la costruzione delle grazie, gli stessi, ingigantiti, lasciano la loro traccia lungo le pareti, sottolineando così il carattere rinascimentale del percorso espositivo. Dai Giochi di bambini di Brueghel è nata la gamma dei colori delle sale.

Giochi di movimento

Inseguire una palla, entrare o uscire da un cerchio, sono giochi che uniscono il senso della competizione, la libertà dell’invenzione della paidia e le regole del ludus. La competizione (agon) e la vertigine (ilinx) sono i punti di arrivo del gioco a squadre contrapposte o  del roteare individuale come nella giostra o nel fare la trottola.

Giochiamo_02 Giochiamo_03

Giochi da tavola

Vengono richieste nei giochi da tavola le doti di rapidità, resistenza, forza, memoria, abilità, ingegnosità (agon) e, come nel duello e nei tornei, si mettono in atto alcuni aspetti costanti della guerra cortese, giocata nelle antiche corti accanto alle vere guerre di conquista.

Giochiamo_05 Giochiamo_06

Giochi d’azzardo

Il labirinto esprime insieme il concetto di competizione (agon) e di caso e destino (alea)due componenti del gioco d’azzardo. Percorrendo il labirinto ci si può perdere, o, viceversa, con un colpo di destrezza uscirne vincitori su se stessi e sulle proprie paure.

Giochiamo_04

Giochi  dei bambini

I giochi dei bambini si svolgono nel quadro di Brueghel sotto lo sguardo della maschera a sinistra in alto che rappresenta in estrema sintesi lo spirito del gioco che consiste nel mimetismo, nel fare come se, nel simulare un’altra realtà (mimicry).

Giochiamo_07

Mostra organizzata da Galleria Nazionale delle Marche

Realizzazione Arthemisia Group

Curatela Valentina Catalucci

 

 

 

See more