Alma-Tadema e i pittori dell’800 inglese.
Collezione Pérez Simón
Roma, Chiostro del Bramante
16 febbraio - 08 giugno 2014

Le opere in mostra portano impresso il segno dello sguardo del collezionista Juan Antonio Pérez Simón, riflettendo la sua scelta fra eleganza e sensualità.
Il collezionista è amatore delle sue opere e, come Pigmalione, desidera che siano vive; continuamente cerca conferma della sua scelta mettendole a disposizione di altri sguardi al fine di condividere il piacere di possedere questo mondo di bellezza.

Partendo da questo sguardo amoroso l’allestimento ha voluto ricreare la suggestione di un interno per restituire il senso dell’intimità dell’opera d’arte.

Tadema_01

È la digitale purpurea, fiore “dolce e crudele”, che racchiude i sentimenti di attesa e dubbio che animano le due fanciulle raffigurate reciprocamente in un interno pieno di fiori.

Si è voluto con l’allestimento rispondere a quello che le opere stesse raccontano; l’ambientazione espositiva si dispone in una sequenza narrativa costituita da scene diverse. Ogni stanza viene personalizzata da opere accomunate da sentimenti e stati d’animo affini.

Tadema_02-sin

La peonia, odalisca nuda e voluttuosa, rosa senza spine, accompagna con l’opulenza dei suo petali i corpi delle fanciulle.

Tadema_03-dx

Odalische che ignude e voluttuose / prendono il bagno, tra gli specchi astanti, / uguali a grandi eunuchi non curanti / nei vasi di maioliche preziose. Corrado Govoni

Protagoniste dei dipinti sono giovani fanciulle circondate da fiori, nella loro infinita varietà di forme e colori. L’elemento floreale rappresentato in ciascuna sala racchiude simbolicamente il motivo dominante dei dipinti.

Elvis Spadoni ha dipinto i motivi floreali

Che cosa meglio dell’evocazione del profumo fragile e intenso di un fiore per presentare queste atmosfere? Chi meglio dei poeti può aver catturato l’essenza di queste emozioni? Pascoli, D’Annunzio, Montale, Whitman e molti altri poeti ci accompagnano nel percorso.

Tadema_06-sin

Lo sguardo si imbatte nei petali di rose collocati nel percorso espositivo. I toni pastello evocano atmosfere vittoriane.

Tadema_07-dx

L’allestimento della mostra ha ispirato Maria Grazia Chiuri e Pierpaolo Piccoli, i direttori artistici della maison Valentino, per la collezione autunno inverno 2014-2015 che ha sfilato a Parigi.

Tadema_08-09-b

Le loro parole sono scritte in carattere capitale romano, come segno di benevolenza e accoglienza della collezione da parte di Roma, i quadri hanno trovato collocazione su una cornice marcapiano.

Tadema_09

Davanti al capolavoro delle Rose di Eliogabalo di Alma Tadema abbiamo evocato la frase finale di American Beauty, film nel quale viene richiamata la cascata di petali.

È difficile restare arrabbiati quando c’è tanta bellezza nel mondo.

Da dx. Oscar de Leon, Giuliano Demarco, Juan Antonio Perez Simon, Patrizia Demarco, Natalia Demarco, Veronique Gerard Powell, Roberto Bua

Da sin. Roberto Bua, Véronique Gerard-Powell, Natalia Demarco, Patrizia Demarco, Juan Antonio Pérez Simón, Giuliano Demarco, Oscar de Leon

Mostra organizzata da

Dart Chiostro del Bramante e Arthemisia Group

Curatela Véronique Gerard-Powell

Allestimento Tagi 2000

Catalogo Silvana Editoriale

See more